Cosa fare prima della compravendita

Acquistare casa è sempre un passaggio importante della vita, così come venderla. Due ruoli, il venditore e l'acquirente, strettamente collegati ma nettamente distinti, che sintetizzano simbioticamente un momento denso di significato: investimento, trasformazione del patrimonio, necessità personali, cambiamenti generazionali. Nè l’acquisto ma nemmeno la vendita di un immobile sono eventi da prendere alla leggera.

Di seguito verrà esposto un breve vademecum dei principali aspetti da considerare per la buona riuscita dell'operazione di compravendita, senza disagi per alcuna delle parti. Una serie di consigli che permetteranno al'acquirente di raggiungere la massima consapevolezza di cosa sta comprando, ma anche al venditore di fornire le giuste informazioni per evitare successive recriminazioni: in diritto, le parole (e i silenzi) sono pregni di significati, responsabilità, garanzie.

Volete saperne di più: chiedete al notaio, professionista connotato dalle caratteristiche di serietà, imparzialità e considerevole preparazione tecnica.
Con il suo intervento, il notaio, infatti, ponendosi in situazione di terzietà rispetto al venditore ed all'acquirente, garantisce tanto l'uno che l'altro, assumendo su di sé la responsabilità degli aspetti principali per la positiva conclusione dell'operazione, e fornendovi tutte le altre informazioni utili o necessarie per il buon esito dell’affare.

Ad esempio, sapevate che -proprio per la massima garanzia del buon esito dell'operazione- può essere chiesto al notaio di trattenere in deposito il saldo prezzo fino al perfezionamento dell'acquisto ?

scarica QUI il Vademecum in formato pdf